Plateau? III — Apparently, not so much!


Ne parlammo qui su MS la prima volta quasi 4 anni fa.

Finito il GW? — Un po' di conti

Ne parla ed estende l'analisi anche un recente paper, utilizzando una strategia molto interessante ed efficace per mostrare in modo scientificamente accurato l'effetto della scarsa copertura nel dataset dell'Hadley sui trend globali.
Sappiamo che un'ampia porzione del riscaldamento degli ultimi 15 anni proviene dall'artico e sappiamo pure che questa è una situazione diversa rispetto al passato.
Sappiamo altresì che questa porzione, se ignorata, contribuisce allo stallo delle T globali.



Il metodo utilizzato si basa sul confronto fra tre approcci cercando di osservare la capacità che hanno nel ricostruire le temperature non osservate, mediante test effettuati in altre vaste aree del globo al fine di scovare una misura della scala del metodo di ricostruzione effettuata mediante verifica dell'errore ottenuto.
Il primo approccio, usato appunto dall'Hadley, è quello di ignorare il 16% delle terre emerse corrispondenti alle aree non osservate, vale a dire soprattutto quelle polari ma pure alcune aree oceaniche e africane.
Il secondo è quello usato dalla NASA e si basa sull'interpolazione: riempire la regioni non osservate usando le temperature provenienti dalle osservazioni più prossime disponibili, un metodo che funziona meglio del primo soprattutto per le aree oceaniche.
Il terzo si basa sulla costruzione di una registrazione ibrida usando i dati satellitari per coprire le aree in cui non ci sono dati in superficie, un approccio che funziona meglio di tutti nel ripristinare le temperature in prossimità delle regioni non osservate.
Dato che i satelliti misurano le temperature lungo un profilo verticale dell'atmosfera e che ad es. l'amplificazione artica è più forte in prossimità della superficie, applicano la procedura di interpolazione dopo aver calcolato la differenza tra dati satellitari e terrestri e questo elimina anche possibili trend spuri nei dataset satellitari.
Fino a che l'artico e le terre continueranno a scaldarsi più rapidamente degli oceani, questo "problema" è destinato a continuare, attenuandosi nel tempo solo in parte a mano a mano che vengono aggiunti dati sulle aree di terra.

A seguire o studio, un post su RC, l'articolo di divulgazione sul Guardian (by Dana N. di SkS, traduzione qui) e un video di spiegazione.

● Coverage bias in the HadCRUT4 temperature series and its impact on recent temperature trends
● Global Warming Since 1997 Underestimated by Half
● Global warming since 1997 more than twice as fast as previously estimated, new study shows


Commenti

Post popolari in questo blog

Vendicati i "modellini farlocchi"

Clima più estremo? III — Heatwaves, feedbacks

Il 2016 in Svizzera